La cultura medievale

Chi studia il Medioevo sa di dover affrontare una materia composita che non può essere riassunta facilmente. La prima cosa da sottolineare è che non esiste un Medioevo unico: 1000 anni di storia con personaggi straordinari, eventi cruciali per la storia europea e mondiale, stravolgimenti demografici ed economici, sono inevitabilmente momenti diversi, seppur legati, che vanno approcciati singolarmente.

E allora è vero che c’è stato un periodo medievale arretrato e buio, contadino e superstizioso, quello corrispondente alla fase successiva alla caduta dell’Impero romano d’Occidente, ma c’è stato anche un Medioevo brillante, vivace, aperto e positivo, politico e borghese, frenetico e arrivista, a partire dall’anno 1000.

L’Europa e il Medioevo

In termini storici, per noi contemporanei il Medioevo è in un certo senso ieri: ciò significa non solo una vicinanza temporale, ma anche una forte eredità sulla nostra cultura. E infatti, sebbene sia complessa la natura di questa epoca oggi studiatissima, molte delle nostre abitudini e dei nostri modi di pensare sono figli dell’epoca medievale, nonostante persista in noi l’idea di un periodo arretrato e irrazionale, povero e decadente.

Pensiamo al concetto di Europa, che durante la fase di dominazione romana era sconosciuto: è nel Medioevo che si inizia a parlare di continente europeo come un unicum, anche a causa della caduta di Roma che sposta il baricentro culturale dal Mediterraneo verso il nord.

L’uomo medievale

La mentalità dell’uomo medievale era incentrata su una visione dualistica del mondo, da un lato Dio, dall’altro il Diavolo, annidato in ogni angolo della quotidianità. L’aspetto religioso era dunque preponderante e la fede nei miracoli fortissima. Tuttavia, non dobbiamo pensare a una vita di santi in terra: vi era anche una sofisticata concezione dell’universo, inteso come un sistema di sfere concentriche che avevano per centro la terra, sovrastata dalle costellazioni zodiacali. E no, non pensavano affatto che la terra fosse piatta, del resto la chiamavano globo!

Le rievocazioni medievali

Sono tante le località italiane che rievocano il Medioevo durante eventi e festival pubblici: si tratta delle occasioni perfette se desiderate fare un salto indietro nel tempo per rivivere le atmosfere tipiche dell’epoca medievale, tra principi e principesse, nobili e mercanti, cavalieri e dame, giu... Scopri di più...

L’eredità del Medioevo

Il fascino esercitato dal Medioevo su di noi è ancora intatto e vale la pena interrogarsi sul perché di questa profonda presa sul nostro immaginario. Una delle cause è legata alla letteratura gotica, che ha prodotto così tanti classici immortali letti e riletti da milioni di persone; un’altra è il c... Scopri di più...

Secoli bui e secoli di grande vigore

Che il Medioevo non sia stato solo un’epoca arretrata è ormai cosa nota, basti pensare alla nascita della lingua italiana o dei capolavori della letteratura in volgare, giusto per citare alcune conquiste risalenti a quel periodo. Eppure continuiamo a utilizzare l’espressione “secoli bui” per riferir... Scopri di più...

Il Medioevo è ovunque

Dire che il Medioevo stia tornando sembra un po’ troppo, eppure come si vede sono tantissimi gli eventi dedicati a questo periodo storico che ci affascina ancora tanto. Così tanto da sentire il bisogno di ricrearne le atmosfere non solo durante i festival e gli eventi specifici, ma anche in contesti... Scopri di più...

Vi raccontiamo il fascino dell’epopea medievale

Se siete amanti del Medioevo e della sua storia, se avete voglia di alzare il velo di mistero che cela un’epoca storica molto controversa della storia umana, questo è il magazine che fa per voi! La nostra è una finestra sul mondo medievale: trovate informazioni, approfondimenti, articoli, guide e in... Scopri di più...