L’eredità del Medioevo

Il fascino esercitato dal Medioevo su di noi è ancora intatto e vale la pena interrogarsi sul perché di questa profonda presa sul nostro immaginario. Una delle cause è legata alla letteratura gotica, che ha prodotto così tanti classici immortali letti e riletti da milioni di persone; un’altra è il celebre “Il Nome della Rosa”, libro poi diventato film di Umberto Eco, che ebbe un enorme successo nel 1986 grazie anche alla splendida interpretazione di Sean Connery.

A questi fattori si deve l’idea che abbiamo dell’epoca medievale, un momento storico arretrato e oscurantista, che non a caso abbiamo battezzato “secoli bui”. Eppure, sappiamo ormai con sicurezza che questa espressione nasce all’indomani della scoperta dell’America per sottolineare che la società umana stava per entrare in una nuova e più prospera fase della sua esistenza.

La cultura medievale

A uno sguardo più attento, balzano subito algli occhi alcune evidenti contraddizioni, soprattutto se pensiamo al Medioevo italiano: è in quest’epoca che nascono i pilastri della nostra cultura, ossia la triade Dante, Petrarca e Boccaccio; è sempre in questo periodo che si forma la lingua italiana, e che si gettano le basi per quello che sarà chiamato Rinascimento, il quale non avrebbe mai potuto esistere senza Medioevo.

Tra il 1200 e il 1300 nascono grandi letterati, poeti, musicisti e pittori che vengono per la prima volta considerati a tutti gli effetti degli artisti e non più artigiani, in quanto le loro opere sono uniche e irripetibili.

Il Medioevo ai giorni nostri

Il mistero che si cela dietro all’epoca medievale è frutto di una naturale tendenza umana a definire la propria epoca sempre migliore di quella precedente. Ciò non deve però farci giungere a conclusioni errate, ma anzi spingerci a scoprire perché il Medioevo continua ad affascinarci attraverso le voci dei suoi protagonisti e dei suoi rituali.

La cultura medievale

Chi studia il Medioevo sa di dover affrontare una materia composita che non può essere riassunta facilmente. La prima cosa da sottolineare è che non esiste un Medioevo unico: 1000 anni di storia con personaggi straordinari, eventi cruciali per la storia europea e mondiale, stravolgimenti demografici... Scopri di più...

Le rievocazioni medievali

Sono tante le località italiane che rievocano il Medioevo durante eventi e festival pubblici: si tratta delle occasioni perfette se desiderate fare un salto indietro nel tempo per rivivere le atmosfere tipiche dell’epoca medievale, tra principi e principesse, nobili e mercanti, cavalieri e dame, giu... Scopri di più...

Secoli bui e secoli di grande vigore

Che il Medioevo non sia stato solo un’epoca arretrata è ormai cosa nota, basti pensare alla nascita della lingua italiana o dei capolavori della letteratura in volgare, giusto per citare alcune conquiste risalenti a quel periodo. Eppure continuiamo a utilizzare l’espressione “secoli bui” per riferir... Scopri di più...

Il Medioevo è ovunque

Dire che il Medioevo stia tornando sembra un po’ troppo, eppure come si vede sono tantissimi gli eventi dedicati a questo periodo storico che ci affascina ancora tanto. Così tanto da sentire il bisogno di ricrearne le atmosfere non solo durante i festival e gli eventi specifici, ma anche in contesti... Scopri di più...

Vi raccontiamo il fascino dell’epopea medievale

Se siete amanti del Medioevo e della sua storia, se avete voglia di alzare il velo di mistero che cela un’epoca storica molto controversa della storia umana, questo è il magazine che fa per voi! La nostra è una finestra sul mondo medievale: trovate informazioni, approfondimenti, articoli, guide e in... Scopri di più...